Università Cattolica del Sacro Cuore

Ricerca

  • Partecipazione a progetti di ricerca: I dottorandi coopereranno ai progetti di ricerca in corso presso Transcrime, ricevendo crescenti responsabilità di progetto. Al raggiungimento del terzo anno di dottorato i candidati saranno in grado di coordinare un progetto di ricerca (sotto la supervisione del Prof. Ernesto U. Savona e dei ricercatori senior).
  • Articolo per una rivista scientifica: i dottorandi scriveranno un articolo su un argomento relativo ai propri interessi di ricerca sotto la supervisione del coordinatore e del tutor (dottorandi del II e III anno). Entro la fine del secondo anno, dovranno aver proposto almeno un articolo ad una rivista scientifica internazionale peer reviewed.
  • Soggiorno all’estero: i dottorandi, su approvazione del Board, potranno trascorrere un periodo di studio e ricerca all’estero. I dottorandi possono scegliere di recarsi presso un’università straniera o un’istituzione di ricerca. È anche possibile passare un periodo all’estero lavorando all’interno di un’organizzazione che si occupa di crimine a livello internazionale, come le Nazioni Unite, la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale, l’Interpol, il Consiglio d’Europa, Eurojust, Europol, l’ufficio internazionale del Ministero della Giustizia Italiano o il Centro di Documentazione del Ministero della Giustizia dei Paesi Bassi. Inoltre, le aziende private che offrono borse di studio possono ospitare uno o più dottorandi per studiare temi come la sicurezza aziendale o il crimine informatico.
  • Tesi di dottorato: a conclusione dei tre anni di dottorato i candidati scriveranno una tesi che dovrebbe avere lo standard di un libro pubblicabile, cioè lo standard usato quando si fa da revisore per un articolo o un libro proposto a un editore internazionale.


Per maggiori informazioni consultare la Brochure ufficiale